“Salerno Corre”: una quinta edizione esaltante e da record

Podistidoc TuttoCampania— 08 aprile 2018

Non c’è niente da fare: la Salerno Corre è una grande gara! È sempre stata tale nelle sue prime edizioni, ma stamane, in occasione della sua quinta volta, la 10 km firmata Atletica Arechi (con gran cerimoniere Ruggero Gatto) ha lasciato ancor più il segno, favorita anche da una meravigliosa giornata di sole: il che non guasta mai. Omologata la gara di Salerno, quindi niente sconti e sconticini per pseudo distanze, che hanno solo il potere di illudere chi crede di aver fatto chi sa cosa. E mi piace quanto vissuto oggi a Salerno anche perché segnalo la splendida vittoria di un Signore della corsa, un Campione vero: Abdelkebir Lamachi. Felicissimo di averlo visto vincere, lui sintesi di umiltà e talento: che sia di esempio a chi si crede, purtroppo, molto più di quanto vale, e si atteggia, mediocramente, di conseguenza. Grande Abdelkebir (International Security Service, per lui 30’39” finale), e grandi Antonello Landi e Gilio Iannone: altri esempi di atleti veri, ragazzi di qualità assoluta e umiltà.

In campo femminile la vittoria è andata ad una tenace Filomena Palomba, tornata ad ottimi livelli. Suo anche il traguardo volante posto ai 1650 metri dal via (con Gilio Iannone a farlo suo tra gli uomini), il tutto nel ricordo di Salvatore Izzo (a ricordarlo, anche l’emozione dei suo colleghi di team: Salerno Running). Alle spalle di Filomena (Running Napoli), la seconda posizione è andata a Marina Lombardi, del team Atletica Cascina. Vera lotta per il terzo gradino del podio, andato poi ad Annamaria Vanacore, tornata a buoni livelli.

La classifica a squadre è andata (e per soli 8 punti) all’Isaura Valle dell’Irno, sull’Atletica Camaldolese.

Gara nella gara, la presenza di tanti associati alla federazione Arbitri: quarta tappa del tour di gare su strada per loro, con la prossima a Catania, ma con intanto il gran successo della tappa nel Cuore di Salerno.

Mi sono divertito stamane a presentare la gara di Ruggero e del team Atl. Arechi. Mi sono divertito perché, quando tutto è organizzato al meglio, anche il sottoscritto viene messo nelle condizioni per dare il meglio. Quando poi il service audio è quello giusto (oggi massimo al mio fianco, come avviene anche ad Agropoli) beh, allora siamo nella festa allo stato puro.

Sì, a Salerno, alla “Salerno Corre”, mi sono proprio divertito. E sono sicuro che, vista la mattinata vissuta, si sono divertiti tutti.

Marco Cascone

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *